Piazza del Municipio, 5, 05017 Monteleone D'orvieto (TR)     |     comune.monteleonedorvieto@postacert.umbria.it     |     0763 834021

Informativa per l'accesso al Sostegno all'Inclusione Attiva - SIA+?

News

Giovedì 12 Aprile 2018 00:00

Finanziato dal P.O.R. Programma Operativo Regionale F.S.E. (Fondo Sociale Europeo) Umbria 2014-2020 Asse “Inclusione sociale e lotta alla povertà” - Priorità d’investimento: 9.1) Inclusione attiva, anche per promuovere le pari opportunità e la partecipazione attiva e migliorare l’occupabilità. · Obiettivo specifico/RA: 9.2 Incremento dell’occupabilità e della partecipazione al mercato del lavoro attraverso percorsi integrati e multi dimensionali di inclusione delle persone maggiormente vulnerabili.

CHE COS'È E COME FUNZIONA

La misura per l'Inclusione Attiva “SIA+” sostiene interventi e servizi di orientamento e tutoraggio rivolti agli adulti in condizioni di vulnerabilità finalizzati alla attivazione lavorativa mediante lo svolgimento di un tirocinio extracurricolare (in deroga).

L’obiettivo del SIA + è aiutare la persona (e/o la sua famiglia) a superare la condizione di disagio sociale e a riconquistare gradualmente l’autonomia. Le persone adulte vulnerabili che risulteranno ammissibili al beneficio, saranno pertanto accompagnate dai Servizi della Zona Sociale nella valutazione della vulnerabilità e della fattibilità di un percorso individualizzato di tirocinio.

CHI PUO’ ACCEDERE AL BENEFICIO SIA+

Il Beneficio SIA + si rivolge agli adulti presi in carico dai Servizi Sociali dei Comuni della Zona Sociale che siano stati riconosciuti come persone vulnerabili nel rispetto delle disposizioni regionali citate nel documento allegato.

Possono accedere al beneficio SIA + anche le persone prese in carico nei programmi di assistenza di cui ai commi 1 e 6 bis dell’articolo 18 D.Lgs. 25 luglio 1998 n. 286. (vittime del traffico e dello sfruttamento degli esseri umani).

PRESENTAZIONE DELLA RICHIESTA E AMMISSIONE AL BENEFICIO

Le richieste potranno essere presentate presso le sedi degli Uffici della Cittadinanza della Zona Sociale dai soggetti vulnerabili presi in carico dai Servizi sociali ed in possesso dei requisiti sopra individuati a partire dal 16 aprile 2018.

Valuta la pagina - stampa