Piazza del Municipio, 5, 05017 Monteleone D'orvieto (TR)     |     comune.monteleonedorvieto@postacert.umbria.it     |     0763 834021
  • lang0

Benvenuti a Monteleone d'Orvieto

Benvenuti a Monteleone d'Orvieto

BENVENUTI A MONTELEONE D’ORVIETO

 

Un’isola di mattone in un mare di verde

Scorci mozzafiato, natura incontaminata, tradizioni antiche e sapori autentici. Un piccolo angolo di paradiso lontano dal turismo di massa, da scoprire e... amare.

Immerso nel verde delle dolci colline umbre, adagiato su un colle a un’altezza di 500 m s.l.m., Monteleone d’Orvieto offre al visitatore una delle vedute più suggestive dell’Italia centrale. Una natura autentica e selvaggia, ricca di boschi rigogliosi e vivaci ruscelli, fa da cornice a una morbida campagna domata dalla sapiente mano dell’uomo, fatta di olivi secolari e floridi vigneti.

Questo pittoresco borgo medievale posto all’estremo nord della provincia di Terni, lungo il confine che separa l’Umbria dalla Toscana, nacque intorno al 1052 come castello del Comune di Orvieto a difesa del confine con l’allora Castel della Pieve e della Val di Chiana.

Due sono le ipotesi intorno all’origine del nome: la prima allude alla posizione fortemente strategica e difensiva del Castello che, come un leone disteso lungo il dorso di un’impervia altura, sovrasta tutta la vallata sottostante aprendosi su un paesaggio che spazia dal Monte Arale alla Val di Chiana fino ai monti Cimini, Cetona e Amiata, l’altra vuole che il toponimo sia legato al passaggio in queste terre di un grande personaggio dell’epoca, Papa Leone IX.

Il clima temperato e la vasta area collinare che circonda il centro storico di Monteleone d’Orvieto favoriscono la coltivazione di viti, olivi e alberi da frutto, oltre a numerose tipologie di cereali e ortaggi, tutti lavorati nel rispetto dell’ambiente grazie a tecniche di coltivazione biologiche e biodinamiche fortemente legate alla tradizione.

 

WELCOME TO MONTELEONE D’ORVIETO

 

An island of brick in a sea of green

Breathtaking views, unspoilt nature, ancient traditions and authentic flavours. A little piece of heaven far from mass tourism, to be discovered and… loved.

Immersed in the verdant scenery of the gently rolling hills of Umbria, perched on a hill at an elevation of 500 metres above sea level, Monteleone d’Orvieto offers visitors one of the most beautiful views in central Italy. Here the pleasant countryside tamed by the capable hand of man, cloaked in centuries-old olive trees and thriving vineyards, is surrounded by untouched wild nature, with an abundance of lush woods and burbling streams.

This charming medieval hamlet, which lies in the northern most corner of the province of Terni, on the border between Umbria and Tuscany, began life around 1052 as a castle owned by Orvieto to defend its border with what we now know as the towns of Città della Pieve and Val di Chiana.

There are two theories about the origins of the name “Monteleone”: the first one refers to the defensive position of the Castle, which dominates the valley below like a lion (leone in Italian) lying on its back on high ground, overlooking Montarale, Val di Chiana, Mt. Cimino, Mt. Cetona and Mt. Amiata. Although according to the second theory, the toponym may relate to a visit to these lands by one of the greatest men of that time, Pope Leo IX (Papa Leone XI).

The temperate climate found here and the extensive hilly area that surrounds the old town centre of Monteleone d’Orvieto are perfect for growing vines, olive trees and fruit trees, in addition to several varieties of cereals and vegetables, produced in an environmentally sustainable way, thanks to organic and biodynamic farming methods closely linked to local traditions.

Non è presente nessuna nuova news.

ultimo aggiornamento di Giovedì 09 Luglio 2020 10:50
Valuta la pagina - stampa